Post con tag Modifica

F.A.Q. JTAG CoolRunner

Ho deciso di creare una serie di risposte alle domande & problematiche più comuni che spesso capitano o mi vengono sottoposte da chi fa la modifica JTAG CoolRunner, una serie di risposte ovviamente su misura sulla configurazione Software che prevede il mio modo di confezionare la console pronta all’uso, basta quindi scaricare il Pack Essenziale e seguire le guide per conformare la propria configurazione a quella in uso sulle mie, e quindi ritrovarsi meglio con le risposte ai quesiti più comuni senza dover traslare il tutto per adattarlo.

1) Molti mi chiedono come fare a mettere “Rapidamente” i giochi sull’hard-disk USB una volta ritirata la console.

Niente di più semplice, basta formattarlo in FAT32 e creare al suo interno una cartella vuota denominata GAMES in cui metteremo tutti i nostri giochi, scegliendo il metodo che più ci aggrada, badando che:

A) Col metodo files & cartelle, quindi estraendo i giochi dal formato ISO e trasformandoli in una cartella con al suo interno altri files e cartelle avremo modo semplicemente collegando l’hard-disk con un qualche gioco all’interno e lanciando la XeXMenù di avere istantaneamente modo di lanciare i nostri giochi, da un’interfaccia spartana ma molto efficace.

Andando coi dorsali superiori del joypad alla schermata configurazioni (ne sono 3 in tutto, dove elenca i giochi, la configurazioni con le temperature interne della console e l’IP di rete, e la terza schermata il file-manager) e impostando ad 1 il parametro che in pratica estrae il nome del gioco direttamente dall’eseguibile del gioco stesso “default.xex” avremo un menù coi titoli dei giochi, e un’immaginetta del gioco stesso a fianco su cui cliccando il tasto A sul Joypad poter lanciare il gioco in pochi secondi!

Basterà andare poi nella FreeStyle, e aiutandosi con la guida rapida qui sul sito, controllare se in Setting -> Content -> Manage Game Paths (ultima voce in basso) che sia presente il percorso Usb0:\GAMES (Usb zero perchè si presume sia connessa solo una periferica Usb alla console di Storage), se mancasse basterà cliccare su A per accedere al Sub-Menù quindi Y per settare a 5 la voce Scan Depth e cliccare A posizionandosi su Change Path -> quindi dargli il percorso sino a Usb0:\ e alla cartella GAMES entrandoci dentro e premendo prima Y per fissarla, e poi X per salvare il settaggio per il futuro.

Partirà la scansione contenuti, e se connessa a internet la console scaricherà le copertine, alcuni Screenshot del gioco e un mini riassunto sulla tipologia di gioco prendendola dal Marketplace in italiano, se seguendo sempre la guida rapida alla FreeStyle qui nel sito, avremo impostato quella lingua nei settaggi relativi.

B) Usando il metodo GOD con il software ISO2GOD 1.36 prelevabile sia dalla guida qui sul sito, che dal CD-ROM “JTAG Companion” sotto la cartella “Soft PC” (questo metodo non è disponibile per Mac purtroppo, se non via Parallel, Fusion o simili, quindi sempre sotto Windows) lo XeXMenù non verrà in nostro aiuto, dovremo da subito configurare come sopra la FreeStyle, e avremo tutti i giochi pronti dal Catalogo giochi della FreeStyle.

Per rendere avviabili i giochi su Usb dalla Dashboard ufficiale, dovremo usare la guida ShortCut360 dopo aver preparato per bene la FreeStyle, con la console connessa in rete (e la FreeStyle riavviata per rendere effettivi i nuovi parametri impostati seguendo la mia guida) basterà fargli fare una scansione della cartella GAMES e solo nel caso di metodo “Files & Cartelle” ripulire i risultati che puntano a file diversi da “Default.xex” all’interno di ogni singolo gioco, tenendo presente che ogni gioco ha sempre e solo un “Default.xex”.

Quindi seguendo la guida a ShortCut360 creare tutti i Live-link e andare a prendere la cartella “Content” creata nella Direcotry del Soft ShortCut360 stesso, per Copiarla via rete (grazie alla funzione della FreeStyle stessa) o via Neighborhood che è ancora meglio, o via FTP se preferite, all’interno di Hdd1:\ unendola alla cartella Content già presente. Un consiglio, una volta fatto eliminatela dalla cartella di ShortCut360 cosi le prossime volte avrete cartelle pulite coi soli Live-Link nuovi.

Premendo il tasto centrale Joypad, e spostandovi in QuickPlay -> Tutti noterete che è ora possibile lanciare i giochi come fossero installati sul disco interno, in formato GOD, formato nativo usato anche da Microsoft per stipare i giochi acquistati sul Live in modalità Game On Demand, GOD appunto!

N.B. All’inizio, quando ancora non si è molto pratici, meglio usare il formato estratto “Files & Cartelle” con la guida, tra le 2 ora disponibili che si preferisce, e iniziare lanciandoli con XeXMenù.. solo con il tempo, facendo pratica si potrà seguire la via della FreeStyle.. e crearsi i Live-Link per agevolarsi la vita! Alla fine, con 2 click, QuickPlay -> XeXMenù scegli il gioco e lo lanci, esattamente un solo passaggio in più e tanti pensieri/problemi in meno!

La pecca di usare i Live-link per i giochi, è che poi nella FreeStyle si avranno per ogni gioco, 2 icone, tantè che sembrerà di avere 2 giochi per ogni titolo.. quindi se si creano i Live-Link è perchè si pensa poi di lanciare i propri giochi direttamente dal QuickPlay o Catalogo giochi della Dashboard ufficiale.

In pratica basta mettere i giochi su USB estratti in una cartella “GAMES” lanciando XeXMenù
saranno pronti all’avvio premendo A sul Joypad dopo averli selezionati!

2) Ogni tanto la console a freddo (e non) si “Freeza”

Questo capita se l’Hard-Disk è freddo, e ha le testine un po incollate, e quindi non risponde nei tempi stabiliti alla console, che come prima cosa, durante il circolo di luce durante l’accensione accede proprio ad Hard-Disk e periferiche Usb.

Se la console ha solo l’Hard-Disk interno (parlo dellaPHAT, dell’Hard-Disk laterale!) provare a staccarlo, soffire nel connettore, e nella parte femmina sulla console, e smuoverlo sull’Hard-Disk per sladinarlo un po in modo che si adatti più docilmente quando inserito sulla console, alla controparte femmina sulla console.

Inserirlo, decisi, premendo bene per far scattare il blocco di protezione, e riaccendere la console, , lanciando magari un gioco e lasciandolo girare un po in Demo-Mode, se dovesse dare ancora problemi, il passaggio successivo è la formattazione completa, cosi da eliminare la frammentazione tipica dei file-system Microsoft e al contempo fare pulizia andando per esclusione.

Appena formattato, inserire il “JTAG Companion” prima nel PC per copiare sul Desktop la cartella “Pack Essenziale” o scaricarlo dal sito, nella pagina “Guide JTAG CoolRunner”, poi nella console, e lanciarlo per avviare XeXMenù, il disco è creato apposta per questo, in questa maniera, per permettere l’accesso allo Storage XBOX360 via ethernet o da console stessa, con file-manager per copiare una ad una le cartella nella cartella “Pack Essenziale” sull’Hard-Disk appena riformattato!

Con XeXMenù avviato e la console connessa in rete col PC potremo trasferire allo stesso modo il contenuto della cartella Pack Essenziale direttamente in root su Hdd1:\ via FTP con il software pre-configurato, presente sul sito nella pagina della relativa guida, da scaricare e in copia su JTAG Companion Disk.

In pratica, vanno rimesse tutte le cartelle e i file come launch.ini presenti nella cartella Pack Essenziale all’interno del disco interno della console, e una volta fatto, spegnere e riaccendere la console, quindi con la guida riconfigurare la FreeStyle, ecc.

Se avete dei giochi e/o profili, salvataggi ecc. prima di formattare li potete spostare su una pennetta USB formattata da console come MemoryUnit, ovviamente non i giochi, quelli son troppo grossi, e la consa migliore sarebbe riconvertirli per sicurezza, onde escludere sia quello il problema, e stessa cosa i Profili ecc. prima di ricopiarli sull’Hard-Disk crearne uno temporaneo, con uno-due giochi soltanto e giocare per qualche giorno..

Se tutto va come deve, aggiungere man-mano una cosa alla volta, ad esempio il Profilo e giocare.. poi i salvataggi.. e giocare ecc. ecc.

Normalmente la console va lasciata in tensione quando non la si usa, tipo la notte, per averla sempre sotto tensione e ottenere un funzionamento migliore, alcune volte, magari se si accende/spegne in successione la console molte volte, è un buon coadiuvante, staccare il cavo dell’alimentatore dalla console per quanche decina di secondi, poi riconnetterlo e riaccendere la console, dando tempo al Glitch di inizializzarla in modalità JTAG.

Per poter individuare eventuali problematiche con precisione, ad esempio come qui l’Hard-Disk se è o non è quella la causa di eventuali Freeze magari un po troppo frequenti, è ottima cosa, staccare tutte le periferiche e lasciare andare la console per qualche ora con un DVD-ROM in demo-mode, se non ha la modifica firmware, come le Slim e non si ha a portata di mano un DVD originale, prendere una chiavetta, e estrarci dentro un gioco col metodo “Files & cartelle” dentro una cartella creata appositamente “GAMES” e col disco “JTAG Companion” avviarlo cosi da avere XeXMenù e poter giocare dal gioco sulla pennetta Usb, lasciando girare il gioco in Demo-mode o facendo una bella partita senza profilo o opportunità di salvataggio, va lasciata sulla console “esclusivamente” la pennetta USB formattata FAT32 con dentro il gioco, e il CD-Rom “JTAG Companion” nel lettore, niente Hard-Disk, va proprio tolto! Perchè falserebbe i test!

Ovviamente se anche cosi dovesse dar Freeze dovrete contattarmi (o contattare chi vi ha fatto la modifica JTAG RGH) se invece come purtroppo sempre più spesso succede, specie con Hard-Disk presi non originali, per vie traverse o fai da tè (questo è la causa maggiore dalla mia esperienza, mai risparmiare sul case, con 10-12€ lo si acquista su eBay nuovo e con il connettore perfettamente conduttivo e funzionale) i passaggi son quelli sopra, formattarlo, vedere mettendolo e togliendolo più volte di trovare la quadra, e portar pazienza, specie se la console è stata ferma un po di tempo o ha viaggiato col corriere, dando modo alle testine di sladinarsi per bene, e all’Hard-Disk di ottimizzare il numero di giri/secondo con lo spostamento delle testine, ottimizzando i tempi di accesso non sequenziale ai dati.

Nel caso anche cosi non migliori, va cambiato, o seguendo la guida qui sul sito, si può usare “esclusivamente” un Hard-Disk Usb, formattandone un 16 Giga come Memory Unit per profilo e salvataggi, e il restante spazio per metterci i giochi, quindi FAT32. E l’Hard-Disk va tolto, altrimenti cagionerebbe problemi comunque!!

Le prove indicate non sono da intendersi per forza in questo ordine, si può provare senza Hard-Disk inserito prima ancora di eventualmente formattare! O potrebbe essere il disco USB a dar problemi, si va per esclusione! Dischi 2.5 e USB3.0 danno spesso problemi…

Dischi di più di 2000 Giga danno problemi, 2000 Giga è il massimo riconosciuto correttamente!

3) Tempi di avvio spesso lunghi,rimane per svariati secondi lo schermo nero..

Questo problema deriva spesso dal fatto che si stacca l’alimentazione specie la notte, quando ritarda ad avviarsi bisogna attendere con pazienza, lasciando la console connessa all’alimentazione sempre poi i tempi di accorciano e si ottimizza il tutto, dando avvii quasi sempre di 2-3 secondi o giù di li, e solo saltuatiamente di 10-15 o 20 secondi, la cosa più sbagliata è invece di attendere, iniziare a spegnere, riaccedere poi spegnere ecc.

Questo manda in tilt il tutto, in questi casi, staccare l’alimentazione dalla console per 20-30 secondi, riconnettere e accendere attendendo sino all’avvio.

Staccare l’alimentazione la notte o per lunghi periodi, assieme al spegni/accendi a volte ossessivo (o troppo frequente) hanno effetti deleteri.. mentre nel primo caso la cura è tenerla sempre in tensione, nel secondo la cura è proprio staccare l’alimentazione per alcune decine di secondi.

4) Ho provato a connettere la console in rete ma non riesco a vederla sul PC ecc. ecc.

La prima cosa da fare è disattivare sul PC tutti i firewall, specie quelli di Suite di sicurezza come Norton Internet Security o quello di Windows se settato in modo troppo invasivo, e aiutandosi col manuale o con un amico, controllare che nel vostro Router non siano stati erroneamente attivati firewall o protezioni inutili per gli ambienti domestici, specie chi ha Fastweb deve sentire il servizio tecnico per farsi guidare nell’assegnazione manuale di un IP fisso alla console, e impostare cosi i vari parametri necessari alla connessione.

La via più semplice è la connessione di rete via ethernet, una volta attaccato il cavo tra console e Router, bisogna controllare in Settaggi -> Rete ecc. che dalla prima voce risultino i parametri assegnati via DHCP, ovvero indirizzo IP tipo 192.168.1.x dove x è assegnato dal Router in successione dopo aver già assegnato un indirizzo simile al vostro PC ed eventuali telefonini wi-fi enabled ecc. ecc.

Col wi-fi la via è simile, dopo aver controllato che la console abbia ottenuto un suo IP di rete, va lanciato o XeXMenù o la FreeStyle per aver conferma che l’IP che avete visto nei settaggi è attivo e accessibile, quell’IP andrà impostato nei software come ISO2GOD 1.36 se vogliamo che in automatico, converta i nostri giochi in GOD e poi man-mano li trasferisca subito sulla console, sul disco interno.

Se vogliamo possiamo anche convertirne qualcuno, poi andando nella cartella sul PC che abbiamo indicato come percorso di Output, prendiamo i giochi e li copia/incolliamo sulla XBOX360 via rete di windows (grazia alla FreeStyle che deve essere in esecuzione sulla XBOX360), o grazie all’XBOX360 Neighbhorhood sul disco interno HDD, seguendo le guide, cioè mettendo quelli in formato GOD nel canonico percorso, usato in automatico dal software dandogli l’OK al trasferimento FTP e indicandogli l’IP della console, Content\0000000000000000.

Se usiamo il formato estratto meglio usarlo su disco USB, o mettere i giochi in una cartella GAMES come per il disco Usb, e mettere a sua volta la cartella GAMES sotto Content\0000000000000000 cosi grazie all’impostazione di 5 sotto-livelli che consiglio nelle guide avremo modo di lanciarli lo stesso dalla FreeStyle senza però sporcare il nostro disco interno rovinando la gerarchia di cartelle preconfigurata da Microsoft, se non li rilevasse tutti, aggiungere sotto-livelli, mettendo 6-7 al posto di 5 sottolivelli.

Cosi quando vorremo cancellarli, anche tutti basterà eliminare una sola cartella GAMES e non piluccare tra decine di cartelle rischiando di commettere errori.

Tornando alla connessione, se sulla console non appare l’IP dovete impostarlo manualmente, prenendo spunto dal vostro PC e dai parametri che sono stati postati in manuale, come prima cosa:

Premere assieme “Tasto Windows” + R

Digitare cmd e dare l’invio

Digitare ipconfig e dare l’invio

e dal primo responso prendere l’indirizzo IP – La SubNet Mask e il Gateway.. di sorma si avrà una cosa cosi:

IPv4 : 192.168.1.3

Subnet Mask : 255.255.255.0

Gateway : 192.168.1.1

per i DNS i migliori sono quelli di Google 8.8.8.8 e 8.8.4.4

Sulla console andremo prima a cancellare resettandoli tutti i parametri che potrebbero far casini, quindi andremo a creare una nuova configuarazione, se prima abbiamo provato con settaggio “AUTOMATICO” senza successo (di norma il 90% dei casi in AUTOMATICO va tutto ok da subito) ora mettiamo MANUALE e inseriamo

IP : 192.168.1.33 (un numero a caso, purchè diverso e più alto di quello del PC)

Subnet-Mask: 255.255.255.0

Gateway: 192.168.1.1

DNS1 8.8.8.8

DNS2 8.8.4.4

Quindi andando a lanciare XeXMenù o FreeStyle andremo a provare l’accesso via FTP inserendo nel Software l’IP che abbiamo dato alla console, una volta connesso correttemente, è il turno delle condivisione di rete in modo da poter usufruire della condivisione, tutti i settaggi vanno attivi, e solo nella parte finale delle impostazioni avanzate, accessibili dal “Centro condivisione di rete e Condivisione” in Windows Vista e Seven va settato cosi:

L’opzione con protezione con password è utile e disponibile solo nelle versioni Professional o ultimate di Seven, si può settare indifferentemente, con password è più protetto il PC, ci sono 2 modalità, Domestica o Pubblica, controllare che la propria rete sia inclusa tra le reti Domestica e settare i parametri delle reti Domestiche, se si hanno difficoltà a farlo, e la propria rete viene settata come Pubblica operare gli stessi settaggi anche in quelle Pubbliche, è importante settare “Attivi” tutti i parametri, la prima voce in alto insomma.

Andando nelle risorse di rete, con L’Auto-Discovery attivo, verrà trovata la XBOX360 e con un doppio click su essa si potrà accedere alle varie periferiche con la FreeStyle attiva, se si segue la nuova guida XBOX360 Neighborhood si potrà accedere indipendentemente dalla FreeStyle ecc. basta durante la prima configurazione post installazione dargli l’IP della console, il resto è cosa fatta.

N.B. Per chi ha WindowsXP basterà andare in una cartella e selezionandola scegliere dal Menù contestuale “Condividi” e scegliere da subito, invece del Wizard la seconda voce, ovvero attivare la condivisione punto!  Se la Condivisione dei rete è già attiva verrà semplicemente condivisa quella cartella, una volta fatto allo stesso modo di Vista & Seven andando in risorse di rete ci sarà ora la XBOX360 quando la FreeStyle è attiva e in uso, e nel caso del XBOX360 Neighborhood basterà seguire la guida per avere le funzionalità offerte da questa tecnologia.

Per trasferire i giochi GOD comunque basta mettere l’IP della console nel Software, se accede il Software ftp accede anche lui, e finita la conversione invia automaticamente i giochi sulla console, e perchè sia disponibile l’accesso ftp deve essere in uso sulla console o XeXMenù o la FreeStyle, tassativamente. Nel Software ISO2GOD vanno settate una cartella di output dove lui mette i giochi convertiti sul PC e una temporanea, che coi settaggi indicati in guida ogni tanto andrà ripulita, perchè cosi salva le ISO di Rebuild temporanee, per evitarlo settare come sotto:

Una volta messo l’IP corretto e attivato l’ftp fa tutto da solo!

5) Dove si mettono i DLC o le Espansioni dei giochi?

Dando per scontato che con la logica fosse implicito che se tutti i contenuti, giochi, Demo, XBLA ecc. quindi anche i DLC si trovano e quindi sono installati in Content\0000000000000000 pensavo non ci fosse bisogno di dirlo esplicitamente, ma dato che in molti mi pongono la stessa domanda, ho deciso di creare un punto appositamente in questa FAQ.

Tutti i contenuti dei giochi, dai Container GOD, passando per le installazioni fatte da console, ai giochi XBLA e infine anche dai DLC dei giochi si trovano “Tutti” in:

Content\0000000000000000\

è li che il Software ISO2GOD mette i giochi convertiti quando li Upload-a via ftp, ed è sempre li che quando installiamo un gioco da DVD-ROM viene messo e convertito poi da NXE (Installazione fatta dalla New XBOX Experience arrivata dalla Dashboard 9199 in poi) a GOD usando l’utility preinstallata che trovate sulle console fatte da mè NXE2GOD..

Per installare i contenuti come giochi XBLA e i DLC vanno copia/incollati via rete usando come di consueto la condivisione di rete offerta dalla FreeStyle, o dal XBOX360 Neighborhood, o inviati via ftp in questa posizione, va presa la cartella con nome esadecimale/alfanumerico composto da 8 tra lettere e numeri e messa appunto in:

Hdd:\Content\0000000000000000\ se usiamo un Hard-Disk interno

UsbMu:\Content\0000000000000000\ se usiamo una MemoryUnit Usb (creata quindi all’interno di un Har-Disk Usb come da guida qui sul sito)

FlashMu:\Content\0000000000000000\ se usiamo la MemoryUnit da 4 Gigabyte della Slim

IntMu:\Content\0000000000000000\ se usiamo la MemoryUnit della Jasper (badate che è davvero troppo risicata..)

e se nelle indicazione del DLC è specificato che serve un TitleUpdate specifico, un aggiornamento del gioco particolare senza il quale il gioco con il DLC non funziona correttamente, questi vanno messi rispettivamente:

Hdd:\Cache\ se usiamo un Hard-Disk interno

UsbMu:\Cache\ se usiamo una MemoryUnit Usb (creata quindi all’interno di un Har-Disk Usb come da guida qui sul sito)

FlashMu:\Cache\ se usiamo la MemoryUnit da 4 Gigabyte della Slim

IntMu:\Cache\ se usiamo la MemoryUnit della Jasper (badate che è davvero troppo risicata..)

Per sapere con esattezza il percorso corretto per ogni cosa, va usato “360 Content Manager2.2″ di cui c’è una guida sempre qui sul sito, sotto alcuni esempi dei due tipi di TitleUpdate, quelli col tu minuscolo che vanno assieme ai file del gioco sotto Content\0000000000000000 e quelli con TU maiuscolo che invece vanno in cache.. esempi di dove vanno i file “Profilo”.. insomma, aprendo la cartella in cui teniamo queste cose con 360 Content Manager ci accorgeremo che inviarli alla console direttamente da questo Software è la via più semplice e veloce!

Colo se non abbiamo l’Hard-Disk interno, dovremo intervenire a volte manualmente
prendendo nota del percorso esatto e trasferendo i file manualmente via ftp!

Sopra è selezionato un “Profilo” e in “Install Path” dove va messo!

Sopra un TitleUpdate maiuscolo che va posizionato in \Cache\

Sopra un TitleUpdate minuscolo che va messo in \Content\0000000000000000\ assieme al gioco
(nella cartella TitleID che lo caratterizza univocamente)

Sopra un DLC con il suo percorso di corretta installazione.

Sopra si può vedere quanto è semplice usare direttamente il Software “360 Content Manager 2.2″
per inviare via ftp i DLC correttamente alla console

In giochi come Battlefield 3 con 2 DVD-ROM di cui uno solo di EXTRA come il DLC delle Texture HD, la cosa più semplice è estrarre il gioco da ISO a “Files & Cartelle” e navigare sino alla cartella estratta con il “360 Content Manager” quindi dal contestuale una volta selezionata come a fianco, il Software dividerà i contenuti per tipo, DLC, XBLA ecc. ecc.

Per esser sicuri una volta fatto il trasferimento che i DLC ecc. sia correttamente sbloccati, andrà usato il “Content Unlocker” ovvero il Soft XM360 Versione 2.0d sulla console facendo prima una scansione completa di tutti i contenuti, quindi spostandosi sul ramo “Show DLC” controllare che a fianco dei contenuti appena aggiunti ci sia il lucchetto aperto, se è chiuso andare sulla voce “Unlock DLC” per sbloccarli tutti.

Una volta che hanno i lucchetti aperti, anche DLC inclusi inizialmente nel gioco, ma sbloccabili solo a pagamento come accade con i Pack di Auto Extra di Forza Motorsport sono completamente fruibili, cosi quelli extra come ad esempio i Pack mensili o i Pack di auto d’epoca, una volta che a fianco del DLC il lucchetto è aperto in “Content Unlocker” il DLC è interamente fruibile.

La guida all’uso di 360 Content Manager 2.2 è quella indicata come guida di JTAG Content Manager dato che prima era quello il nome del Sftware, il link per scaricarlo è nella pagina della guida stessa, o lo si trova sull proprio “JTAG Companion Disk” anche se consiglio il prelievo dal sito per via che è la versione sempre più aggiornata al momento!

Guida all’implementazione dell’XBOX360 Neighborhood

Il Neighborhood XBOX360 è il sistema di rete che permette un accesso rapido e comodo alla console XBOX360 SDK per modificare, aggiungere e prendere materiale dalle periferiche connesse alla console, dal disco interno alle periferiche USB, MemoryUnit interne & MemoryUnit Usb ecc. insomma tutto ciò su cui la console appoggia dati, sia che si stia giocando o che si sia nella Dashboard, indipendentemente se è attiva o meno un’interfaccia con accesso di rete come la FreeStyle ecc.

In tutte le console preparate da un pò di tempo, viene attivato un Plugin richiamato durante l’avvio da Dashlaunch che permette questo, assieme alla parte installabile sul PC Windows, che aggiunge una vera e propria funzionalità all’esplora risorse, rendendo l’aggiunta di file ecc. alla console una vera pacchia, velocità di trasferimento davvero ottimali, e anche mentre si gioca, nessun rallentamento o controindicazione.

Per quanto riguarda la console, basta scaricare il Pack essenziale V2 (o almeno il Pack linkato sotto con la cartella plugin & il launch.ini preconfigurato) e aggiornare le radice di cartelle presenti sulla console, nell’Hard-Disk interno, o eventualmente modificare il file launch.ini in modo da richiamare i vari Plugin dalla MemoryUnit interna delle Slim, o MemoryUnit interna delle Jasper.. c’è la guida appendice del metodo Rogero come aiuto, in questa guida mi limiterò a darvi il link alla cartella compressa contenente la cartella “Plugin” e il file launch.ini pre-compilato con le opzioni che uso nelle mie console, e a indicarvi quali correzioni fare per adattare al vostro hardware il tutto, in modo da ottenere tutti un successo.

Innanzitutto, il Software SDK installabile l’ho ottenuto grazie
all’ottimo forum di Logic-Sunrise ->
Link alla fonte (Dove scaricare il Setup SDK)

Questi i Link all’SDK installabile (non il Recovery Disk, ma la versione che permette l’installazione e quindi l’usufrutto dell’XBOX360 Neighborhood):

Parte 1 – Link ****** Parte 2 – Link

(Su www.easybytez.com ottimo Storage)

Quindi il Pack con la cartella “Plugin” e il file launch.ini per Hard-Disk interno: Link

Per chi ha fatto il JTAG CoolRunner qui da me, basterà copia/incollare via rete ethernet e con la FreeStyle aperta cartella e file launch.ini sovrascrivendo quelli presenti, e solo nel caso sia una console senza Hard-Disk interno, seguire le indicazioni sotto per swappare le periferiche, sostituendo cioè alla dicitura Hdd:\ quella corretta in cui sono la cartella plugin e il file launch.ini

Questo il listato del file launch.ini

[QuickLaunchButtons]

BUT_A = Hdd:\FreeStyle\default.xex

BUT_B = Hdd:\XeXMenu\default.xex

BUT_X = Usb:\FreeStyle\default.xex

BUT_Y = Usb:\XeXMenu\default.xex

 

[Plugins]

plugin1 = Hdd:\plugin\ftpdll.xex

plugin2 = Hdd:\plugin\swap.xex

plugin3 = Hdd:\plugin\xbdm.xex

 

[Settings]

hddtimer = 210

fakelive = False

xhttp = True

signnotice = True

hddalive = True

remotenxe = True

liveblock = True

exchandler = False

noupdater = True

xblaexitdash = True

dvdexitdash = True

regionspoof = True

safereboot = True

fatalreboot = True

contpatch = True

pingpatch = True

nxemini = True

Va sostituito nel listato il patch Hdd con:

Usb:\-> Se si usa una periferica USB per posizionarvi la cartella Plugin e il file launch.ini

Mu:\ -> Se si usa la MemoryUnit per posizionarvi la cartella Plugin e il file launch.ini

UsbMu:\ -> Se si usa Usb MemoryUnit per posizionarvi la cartella Plugin e il file launch.ini

FlashMu:\ -> Se si usa la MemoryUnit interna delle Jasper per posizionarvi la cartella Plugin e il file launch.ini

IntMu:\ -> Se si usa la MemoryUnit da 4 Giga delle Slim per posizionarvi la cartella Plugin e il file launch.ini

Se avete già il vostro file launch.ini, vi basterà copiare in root assieme a lui, la cartella “Plugin” sovrascrivendo la vostra, ad eccezione del file multi.ini se lo avete configurato per il cambio disco automatico in FreeStyle magari seguendo la guida qui sul sito, e aggiungere la parte di listato [Plugins] come ad esempio per una XBOX360 Slim da 4 Giga:

[Plugins]

plugin1 = IntMu:\plugin\ftpdll.xex

plugin2 = IntMu:\plugin\swap.xex

plugin3 = IntMu:\plugin\xbdm.xex

O altro esempio, se avete una Jasper 256/512 metterete:

[Plugins]

plugin1 = FlashMu:\plugin\ftpdll.xex

plugin2 = FlashMu:\plugin\swap.xex

plugin3 = FlashMu:\plugin\xbdm.xex

Piuttosto chiaro insomma, una volta messo a posto il lato XBOX360, basterà installare il Software una volta scaricato, e lanciare dal menù Start la voce “Xbox 360 Neighborhood” che trovate in “Tutti i programmi” e che vi consiglio di aggiungere al menù Start o alla barra di Windows 7 per aver un launch ottimale, una volta lanciato avrete di fronte questo:


Quindi procedendo alla configurazione guidata, con la console accesa e pronta (passaggi lato console fatti tutti, e riavviata per renderli effettivi) e con aperta la FreeStyle o XeXMenù per avere sott’occhio l’IP della console nella nostra rete, basterà fare un doppio click sul “Add Xbox 360″ quindi dare al Software l’IP della console, quindi dare un “SI” per impostarla come XBOX360 JTAG di Default e procedere fino alla fine.

Una volta fatto le opzioni possibili, oltre all’esplorazione delle periferiche sulla console sono:


Per sfogliarne i contenuti, basterà scegliere “Explore” o semplicemente farci su un doppio Clink per sfogliarle automaticamente, come sempre sotto Windows:

E’ piuttosto intuibile (la console da cui ho preso lo Screenshot sta facendo girare un gioco) che il disco interno della console è il “Retail HDD” che cambierà leggermente dicitura a seconda che la console stia facendo girare un gioco, o sia in posizione di fermo con la Dashboard avviata semplicemente, cosi le periferiche Usb0 e UsbMU0 che come nelle risorse solite accessibili dalla FreeStyle rappresentano periferica Usb & MemoryUnit Usb…

Le altre funzioni, sono piuttosto esplicite, si può riavviare un gioco, l’intera console, riavviare la Dashboard senza spegnere la console, sincronizzare l’ora della console…. fare Screenshot dello schermo della console per vantarsi dei propri punteggi con gli amici (o se proprio non si sa cosa fare, fare un guida come faccio io ;) )

Usare XBOX 360 ISO Extract per estrarre i giochi su Drive USB

Come sempre, se la tecnologia evolve e le cose si possono semplificare, io oltre a trarne vantaggio per il mio uso personale, creo una guida per rendervi partecipi delle nuove comodità che il mondo libero offre, per gestire al meglio la nostra console XBOX360 JTAG CoolRunner.

Il Software di cui in questa guida è l’ottimo “XBOX360 ISO Extract 0.6″ dotato di interfaccia semplice e compatta, permette di usare il metodo da ISO a “Files & Cartelle” in maniera non dissimile alla precedente guida, e al precedente Software, la differenza sta nell’interfaccia più compatta, e alcune funzioni utili come la possibilità di rimuovere automaticamente la cartella con l’aggiornamento “$SystemUpdate” e eliminare via-via che si estraggono le ISO divenute inutili.

Per scaricare il Software potete andare e prelevarlo qui: Link

Appena lanciato, il Software presenta un’interfaccia molto compatta e semplice da padroneggiare:

  1. Scegliere la cartella in cui si hanno le ISO da convertire per giocarle su XBOX360 con JTAG & JTAG CoolRunner
  2. Scegliere la destinazione finale in cui vogliamo i nostri giochi una volta estratti (se usate un Hard-Disk USB meglio dargli una cartella su Hard-Disk interno del PC e solo alla fine copiare il tutto sul disco USB, perchè altrimenti ci mette molto più tempo a finire la procedura.
  3. Cliccando su “Rescan” il software scansionerà la cartella con le ISO e se ve ne sono di nuove le aggiunge alla lista già stilata, pronti da selezionare con la spunta e aggiungerli quindi alla coda di estrazione.

Per aggiungere effettivamente i giochi informa di ISO trovati nella Directory sorgente, vanno spuntati, se si vuole, il Software può anche trasferirli via ftp, ma è più comodo, cosi come consigliato sopra, usare una destinazione sul disco fisso interno del PC e solo dopo, trasferirli su USB o nel caso di trasferimenti via rete, direttamente sulla console, con aperta la FreeStyle e usando il Copia/Incolla dalle risorse di rete.

Se si vuole usare il metodo ShortCut360 per creare i Live-Link per lanciare i giochi dal QuickPlay o Catalogo giochi della Dashboard ufficiale, prima di riconnettere l’hard-disk usb alla console, dare una scansione della cartella GAMES o farlo direttamente dalla cartella condivisa grazie alla FreeStyle se si usa il disco interno della console, in modo da poterli lanciare comodamente.

Le altre opzioni, come si evince dalle immagini esplicative sono:

  1. La possibilità di eliminare automaticamente dai file estratti la cartella coi file di aggiornamento Dashboard.
  2. La possibilità di eliminare le ISO man-mano che vengono correttamente estratte nella cartella di destinazione.
  3. Con l’opzione “Recursive” il Software scandaglierà in continuazione la cartella con le ISO scelta come sorgente, in modo da dar modo di aggiungere i nuovi giochi alla coda di estrazione, semplicemente “Spuntandoli” per aggiungerli in coda di estrazione già in corso, utile se si vogliono trasformare i propri giochi masterizzati, prima in ISO, poi estratti su disco USB per giocarci più comodamente.

Per ingrandirle, clicca sulle immagini!


Warning: Creating default object from empty value in /membri/luigimarconi/wp-includes/comment-template.php on line 866

Warning: Creating default object from empty value in /membri/luigimarconi/wp-includes/comment-template.php on line 866

Warning: Creating default object from empty value in /membri/luigimarconi/wp-includes/comment-template.php on line 866

Warning: Creating default object from empty value in /membri/luigimarconi/wp-includes/comment-template.php on line 866

Guida all’uso di Wii Backup Manager

N.B. Il formato WBFS è incompatibile con Windows quindi quando connetterai il tuo Drive al PC una volta inizializzato e formattato in WBFS ogni volta che connetterai la periferica Windows restituirà un errore come quello sotto, per semplificarsi la vita basterà prendere nota della lettera del Drive che viene segnalato come da formattare e impostarlo direttamente nel menù “Unità 1” o “Unità 2” come spiegato nel continuo di questa guida.

Per scaricare l’ultima versione del software Wii Backup Manager in italiano:
Sito Ufficiale &    Sito Unofficial

PASSAGGIO “PRIMA FORMATTAZIONE”
da fare solo se il disco USB è nuovo!

1) Fase uno “Prima formattazione in WBFS” –  Formattare la nostra periferica USB nel formato proprietario WBFS ottimizzato per le WII (ovviamente se si ha già una periferica USB formattata e magari con dentro alcuni giochi, saltare questa prima fase).

Assegnazione del Disco/Pennetta USB a Unità 1/2

2) Quindi assegniamo la nostra periferica all’opzione “Unità  1″ con la possibilità volendo di assegnare una seconda unità USB formattata in WBFS o meno all’opzione “Unità 2″ per gestire contemporaneamente 2 periferiche potendo scambiare giochi da una all’altra a piacimento, o trasferirne su entrambi in parallelo.

Nel caso il disco/pennetta USB della WII sia già stato usato in precedenza, basterà prender nota della lettera del disco/periferica che Windows afferma non esser formattato appena la/lo connettiamo al PC, prima di annullare per declinare l’offerta ;) e scegliere la stessa lettera come spiegato nell’immagine sopra. Molto semplice”

3) Quindi procediamo al trasferimento dei nuovi giochi in formato ISO o cISO & WBFS (formati compressi salva-spazio) a seconda di come li si è stipati sul proprio PC, se vogliamo aggiungere un gioco masterizzato basterà scegliere l’opzione DVD appositamente strutturata per agevolare questa funzionalità.

Quindi selezioniamo ciò che vogliamo trasferire sul disco x la WII e trasferiamolo:

FASE 1: Selezioniamo i giochi che vogliamo trasferire/convertire/copiare, possiamo selezionarli tutti in un sol colpo, o usare opzioni avanzate, come ad esempio l’opzione “Oggetti non presenti sull’unità 1″ o nel caso sia stata configurata la Unità 2 “Oggetti non presenti sull’unità 2″ in modo da copiare sull’unità che interessa solo i giochi che non abbiamo già trasferito.

Questa opzione è molto utile quando si scambiano giochi da un’unità USB all’altra, si possono copiare solo i giochi che già non abbiamo, e viceversa copiare all’Unità 1 di partenza i giochi presenti sull’Unità 2 e procedendo a ritroso copiare da Unità 2 a Unità 1 quelli eventualmente mancanti, in modo da “Sincronizzare” su entrambe le unità tutti i giochi presenti su ogniuna alla partenza.

Se ad esempio abbiamo appena trasferito 3 giochi, e ne aggiungiamo altrettanti, useremo l’opzione “Inverti selezione” cosi da avere selezionati i nuovi aggiunti e de-selezionati quelli già trasferiti..

Se vogliamo ripulire le selezioni in modo da poter cosi selezionare manualmente solo dati giochi, basterà usare l’opzione “nessuno” e la lista dei giochi aggiunti, o presenti sul Unità1/2 se siamo posizionati nella relativa linguetta sarà completamente de-selezionata, in modo che se ad esempio vogliamo gestire/trasferire ecc. solo il gioco “Pippo” basterà mettere la spunta nella casella a lato e passare alla FASE 2.

FASE 2: Se vogliamo trasferire i giochi selezionati sull’unità 1/2 clieccheremo sulla voce corrispondente, se invce per risparmiare spazio su disco vogliamo trasformare i giochi da ISO a formza ISO compresso, per risparmiare spazio sceglieremo a seconda delle preferenze cISO o wbfs (formato uguale a quello usato sulle unità formattate WBFS).

Queste opzioni sono valide anche in senso inverso, se andiamo nella linguetta relativa all’unità a cui abbiamo abbinato il nostro disco o pennetta USB, potremo trasferire un gioco dal nostro disco formattato WBFS verso un disco del PC magari formattato NTFS o FAT32 (purchè non superi la dimensione massima di 4 Gigabyte) opzione utile ad esempio se il nostro disco WBFS è pienotto e vogliamo far posto senza però perdere per sempre il gioco.

Basterà trasferire i giochi che si vogliono spostare selezionandoli come spiegato in “FASE 1” dando come destinazione un formato a scelta (io uso il formato wbfs perchè è veloce il ri-trasferimento dato che di fatto non necessita di ri-conversione) e il Software proporrà di scegliere “Dove”  mettere i giochi sul vostro PC.

Una volta fatto, dato che già sono “Selezionati” basterà spostarsi sul menù “Rimuovi” e scegliere “Selezionati”, e verranno eliminati.

*************************************************

L’opzione “Rimuovi” elimina i giochi “Solo” se si trovano su una periferica formattata WBFS, altrimenti verranno semplicemente rimossi dalla lista dei giochi, per eliminarli dal PC basterà andare e cancellarli manualmente.

ATTENZIONE! L’opzione “Rimuovi” se siamo posizionati sulla linguetta relativa alla periferica WBFS va usata esclusivamente se volgiamo liberare lo spazio occupato dai giochi che abbiamo trasferito/convertito/spostato ecc.

Se vogliamo mantenere copia del gioco/giochi dove sono, assolutamente non va usata l’opzione “Rimuovi” che appunto rimuove definitivamente il gioco dalla periferica WBFS!

*************************************************

4) Gestire le copertine dei giochi in nostro possesso direttamente sul PC in modo da averle pronte per il trasferimento successivo sulla SD dedicata o magari scaricandovele dentro direttamente, usando quindi la SD stessa come storage diretto, evitando cosi di doverle scaricare dalla WII.

Per gestire al meglio le copertine scaricandole direttamente dal software sul PC vanno aggiunte le configurazioni come evidenziato nelle immagini, e a seconda che si voglia gestire i propri giochi con:

[A] WiiFlow (quello rosso nelle mie modifiche)

[B] USB Loader GX (quello azzurro sempre nelle mie modifiche)

impostando il percorso o nella Directory del programma sul PC o direttamente sulla SD della WII nel lettore di schede del PC o connesso con un adattatore, avendo cura di ricreare la gerarchia di cartelle come evidenziato!

[A] Direttamente la cartella omonima nella Root della SD cosi come riconsegnata a fine modifica.

[B] Direttamente alla cartella Config nella root della SD e quindi alla sottocartella Images che conterrà a sua volta le varie sottocartelle tipiche che penserà il software a creare e gestire.

Di volta in volta basterà usare l’opzione come sotto per avere la nostra raccolta di Copertine completa anche di quelle che in un primo momento mancavano sul sito-database:

5) Infine settiamo il software per scaricare da internet la lista dei titoli dei giochi WII come nelle edizioni per il mercato italiano, cosi che questi vengano impostati correttamente da subito, già in fase di trasferimento sulla nostra periferica USB dedicata.

Nuova guida J-Runner & JTAG CoolRunner

Come promesso, ecco la guida “Rapida” alla creazione di NAND Aggiornate per le nostre XBOX360 JTAG SMC & JTAG CoolRunner (e le vostre JTAG in generale), dopo l’ultimo aggiornamento è ora possibile creare in tempo Record (grazie anche al Team di xeBuild molto attivo) la nuova versione 14719 uscita sul Live giusto ieri.

Primo passaggio, scaricare il Software J-Runner se non lo si è già fatto : Link Wupload

—————————  Sito Ufficiale & Annuncio -> Link Xecuter —————————–

TESTATA, PERFETTA ANCHE SU XBOX360 PHAT

—————————————- Dashlaunch è incluso nella NAND generata ———————————–

Quindi avviamolo, e lasciamolo aggiornare quando lo propone come in figura sotto:

Quindi con le nuove versioni dalla Beta 0.1 Build 258
scarichiamo i file Dashboard disponibili:

Clicchiamo sulla freccina laterale, quindi su “Add Dash” e dalla schermata spuntiamo tutte le Dashboard disponibili (dalla Build 258 si presenta inizialmente vuoto) e il Software inizierà a scaricare tutti i file necessari alla creazione delle nuove Dashboard e in automatico ri-renderà disponibili le Dashboard già presenti.

Quindi procediamo dopo il riavvio dell’interfaccia:

Dopo aver messo le spunte come in figura, e selezionato il tipo di JTAG della console che stiamo aggiornando, dove il JTAG CoolRunner è “Glitch” mentre l’old JTAG SMC è “Jtag”

1) Selezioniamo la NAND originale

2) Copia/incolliamo la CPUKEY della nostra console

Nella parte evidenziata, se l’accoppiata NAND Originale & CPUKEY è esatta, usciranno i dettagli specifici della XBOX360 correttamente decriptati

3) Clicchiamo per fargli creare la NAND Aggiornata, e quando chiede di confermare il modello esatto, confermiamo l’autodetect del Software, nell’esempio una Slim -> Trinity

Quando finisce la creazione, indicherà anche il percorso esatto in cui è la NAND aggiornata, pronta da mettere su pennetta USB FAT32 per aggiornare via Xell-Reloaded:

Il Software crea sempre una sotto-cartella nella sua Directory usando come nome il numero seriale della console, e una volta fatto il primo aggiornamento i successivi saranno semplificati un po come in JungleFlasher dato che la CPUKEY sarà memorizzata dal primo aggiornamento e le operazioni saranno quindi semplificate e quasi automatiche.

Come evidenziato in immagine una volta terminata la creazione correttamente, il Software indicherà l’esatta ubicazione del file nandflash.bin & Xenon.elf.

Prenderli e copiarli sulla pennetta USB FAT32 per poi inserire come consuetudine la pennetta nella XBOX360 spenta, e accendendola col tasto Eject far partire l’auto-aggiornamento.

Spegnere la console all’uscita della scritta “Shut Down Now” e procedere all’aggiunta di Avatar e Supporto Kinect specifici per la versione di Dashboard appena installata.

N.B. Dalle ultime versioni di J-Runner il file finale è denominato “updflash.bin” e può essere usato in 2 modi, come sopra, rinominato in flashnand.bin e assieme a xenon.elf farà come sempre il suo sporco lavoro, ovvero aggiornerà la console con gestione dei Bad-Block eventualmente presenti ecc.

Oppure, mettendolo su pennetta USB da solo, e accendendo sempre la console col tato Eject, quindi senza il file xenon.elf farà scattare la procedura grazie alla versione del RAW-Flasher V4 presente nelle ultime versioni di Xell-Reloaded, con tutte le features di Xenon.elf ma in maniera più pulita e trasparente.

Come sempre una volta terminata la procedura di aggiornamento uscirà la consueta scritta “Shut Down now” e si potrà procedere come da resto guida.

Per scaricare la Dashboard aggiornata possiamo prenderla
dalla rete o dal sito Ufficiale Microsoft: Link diretto

Tool All-in-One per scaricare le nuove/vecchie Dashboard “Auto-Aggiornabile”:
Link al Sito

Ricordarsi, nella scompattazione su penna USB, la rinominazione, da $SystemUpdate a $$ystemUpdate

2) Ricordarsi di cancellare eventuali Default.xex all’esterno di $SystemUpdate appena scompattata la cartella coi file dell’aggiornamento ufficiale.

3) Quando scaricate, la versione della Dashboard che state scaricando dal sito “Ufficiale” è scritta nel nome stesso del file!

4) Non dimenticate di rinominare la cartella $SystemUpdate in $$ystemUpdate per by-passare il blocco di protezione contro gli aggiornamenti involontari! La via migliore per questa parte dell’aggiornamento è usare AutoGG 0.8x per scaricarlo e metterlo su pennetta USB perchè lo fa in modo automatico, mettendo una copia normale & una copia rinominata, utile in tutti i casi, che si abbia la protezione abilitata da launch.ini o meno.